INIZIO CON RICORDO

>>Il volo di Sara, >>Lorenza Farina, >>Sonia M.L. Possentini, Cosa succede
Sono tante le Giornate Internazionali, lo sappiamo perché per lavoro le teniamo ben monitorate, ci piace l’idea di un pensiero che trova un giorno in cui passare per la testa di tutti o di tanti, per lo meno. La Giornata della Memoria cade il 27 gennaio perché in tale data ricorre la liberazione dei pochi superstiti trovati nel campo di concentramento di Auschwitz, come precisa anche la legge italiana del 20 luglio 2000 che definisce così le finalità del Giorno della Memoria:

Art.1 La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Art.2 In occasione del “Giorno della Memoria” di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinchè simili eventi non possano mai più accadere.

Particolare da Il volo di Sara
di Lorenza Farina
illustrato da Sonia M.L. Possentini
FATATRAC

Anno nuovo. A gennaio, puntualmente si ricomincia. Verso la fine di questo mese ci viene incontro questa giornata per non dimenticare, un invito a fermarsi e a provare per un attimo quel brivido e quella sensazione di spaesamento che ci prende ogni volta in cui pensiamo a leggi razziali, Shoah, deportazione, prigionia e morte.

A gennaio di tempo davanti ce ne è ancora tanto. Per non sprecarlo, questa giornata arriva puntuale a dirci che non si può andare oltre, non si può pensare a domani senza prima fermarsi un momento, all’inizio, a pensare cosa è stato prima.
Annunci

INIZIO CON RICORDO II… IL VOLO DI SARA

>>Il volo di Sara, >>Lorenza Farina, >>Sonia M.L. Possentini, Cosa succede
Quelli che più di tutti hanno tempo davanti sono i bambini e i ragazzi. Nella Giornata della Memoria i bambini sono quelli di allora, vittime da ricordare, e quelli di oggi che vengono invitati a conoscere, a prendere un contatto adeguato all’età con la verità di quanto è accaduto. Ma come si fa? Come si fa a parlare ai bambini dei loro coetanei sterminati nei campi di concentramento? E ancora, come si fa a spiegare loro che non è una storia lontana, nell’altrove di una fiaba, ma è qualcosa che ci riguarda inesorabilmente tutti da vicino?  Queste domande, insieme a tante altre sicuramente se le sono poste anche Lorenza Farina e Sonia M.L. Possentini rispettivamente autrice e illustratrice di Il volo di Sara (Fatatrac 2012). Impastando parole e immagini con coraggio e sensibilità hanno raccontato la storia dell’amicizia delicata tra la piccola Sara deportata in un campo di concentramento e un pettirosso deciso a starle vicino e a strapparla dall’orrore dello sterminio.

“Con le piume delle mie ali le feci una lieve carezza sulla guancia. Avvertii che il suo viso era gelido. Appena mi sentì, Sara si sollevò leggermente e, nell’oscurità rischiarata a tratti dai fasci di luce che provenivano dai fari della torretta di guardia, scorsi le sue mani ondeggiare lentamente come ali. Era il suo modo silenzioso per dirmi che voleva volare via, lontano, lontano.”
(da Il Volo di Sara, Lorenza Farina, Sonia M.L. Possentini)

Il volo di Sara
Lorenza Farina
Sonia M.L. Possentini

Le tavole originali di Sonia M.L. Possentini verranno esposte a Correggio (RE) dal 24 gennaio al 10 febbraio 2013 presso la mostra A.R.S. Art Resistance Shoah. In occasione della mostra sono previsti due appuntamenti in cui l’illustratrice incontrerà i ragazzi delle scuole per parlare del suo lavoro e di come è nato questo libro.

Le stampe delle illustrazioni saranno inoltre ospitate presso la mostra I Bambini della Shoah che si terrà dal 2 al 27 gennaio 2013 all’interno delle sale espositive del Museo Archeologico Nazionale della Valle del Sarno, Sarno (SA). L’evento è organizzato dall’associazione di volontariato “Nuova Officina Onlus” in collaborazione con “Fabrica”, il centro di ricerca sulla comunicazione del gruppo Benetton, con la “Casa della Memoria e della Storia” di Roma e con la scuola secondaria di I grado “G. Amendola”.
Lorenza Farina presenterà Il volo di Sara a Vicenza venerdì 25 gennaio nell’ambito degli eventi per la Giornata della Memoria organizzati dall’assessorato alla cultura della città.

Vi lasciamo infine con le parole che Walter Fochesato ha voluto dedicare a Il volo di Sara sulla rivista Andersen (gennaio 2012).